Chi sono

interprete
MARIANA CREANGA
Dal 2004 sono iscritta alla Camera di Commercio Industria e Artigianato di Milano e, di seguito, all’Albo dei Consulenti Tecnici del Tribunale di Milano, al ruolo dei Periti e degli Esperti, come traduttore-interprete di lingua rumena. La mia attività in tale veste si è concentrata inizialmente nel settore penale: interprete d’udienza, perito ausiliario del PM, perito di parte – assistenza avocati. Dal 2011 sono diventata socio ordinario di AITI – Associazione Italiana Traduttori ed Interpreti, sezione Lombardia. La mia esperienza si è arricchita notevolmente, sia in ambito giuridico che commerciale e, ultimamente, nel settore medico.

Orari

Monday - Friday 9:00 - 17:00
Saturday - Sunday CLOSED

Ultimi articoli

Traduzioni | Interpretariato | Perizie

info@traduzionirumeno.it

+39 328 184 32 16

Top

26 Settembre – Giornata europea delle lingue

Traduzioni RumenoSenza categoria 26 Settembre – Giornata europea delle lingue

26 Settembre – Giornata europea delle lingue

Il 26 settembre di ogni anno ricorre la Giornata europea delle lingue, promossa dal Consiglio d’ Europa, proprio per la necessità di sottolineare l’ importanza della conoscenza delle lingue all’ interno della Comunità dei paesi europei. E non poteva essere altrimenti, dato che l’ Europa unita conta al suo interno ben 225 lingue indigene, il 3% delle lingue che si parlano nel mondo, mentre le lingue ufficiali dell’ UE sono attualmente 24.

La Comunità Europea ha stabilito due punti principali su cui si basa la sua politica per il multilinguismo: proteggere la diversità linguistica dell’ Europa e promuovere l’ apprendimento delle lingue. Riguardo a quest’ultimo punto, al vertice di Barcellona la UE si è prefissata l’ obiettivo di far imparare ai bambini almeno due lingue in giovane età, oltre alla lingua madre.

Secondo un sondaggio europeo “Gli europei e le loro lingue”, il 56% dei cittadini europei parla una lingua diversa dalla propria lingua madre, il 28% padroneggia due lingue straniere, il 38% sa l’inglese, il 14% sa il francese o il tedesco.

L’ Unione Europea promuove l’apprendimento delle lingue perché:

  • migliori conoscenze linguistiche consentono a un maggior numero di persone di studiare e/o lavorare all’estero, e di migliorare le loro prospettive occupazionali
  • parlare altre lingue aiuta le persone provenienti da culture diverse a capirsi, un elemento essenziale in un’Europa multilingue e multiculturale
  • per operare in modo efficace in Europa, le imprese hanno bisogno di personale plurilingue
  • quello linguistico – traduzioni e interpretazione, insegnamento delle lingue, tecnologie per le lingue, ecc. – è uno dei settori economici che crescono più rapidamente.

E’ per questo che l’ UE investe più di 30 milioni di euro all’anno per promuovere l’apprendimento delle lingue e la diversità linguistica tramite i programmi Socrates e Leonardo da Vinci, una politica iniziata con il pionieristico programma Lingua, nel 1990.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.